Trekking a C R E T A - LUNGO IL SENTIERO E4
PERCORSO ITINERANTE CON TRASPORTO BAGAGLI A CURA DELLE STRUTTURE OSPITANTI -
VOLO RYANAIR DA NAPOLI CAPODICHINO - (in alternativa da Roma Ciampino)
PROGRAMMA GIORNALIERO (viaggio di 8 giorni/7 notti)
PRIMO GIORNO
Volo low cost della Ryanair da NAPOLI CAPODICHINO PER CHANIA. Arrivo in serata (il volo dura circa 2 ore ma occorre aggiungere un’ora di fuso orario). Trasferimento con bus privato dell’hotel a OMALOS, un altopiano a sud di Creta a circa 45 min.di strada. Cena di benvenuto e sistemazione in Hotel.
SECONDO GIORNO
Colazione abbondante prima di trasferirci in pulmino per la località Xyloskalo (circa 10 minuti) all’inizio del sentiero che ci condurrà sul Gingilos. Il massiccio, anche detto montagna nera, dal quale avremo una vista spettacolare sul mare di Creta e sulla gola di Samarià
. (in alternativa ascesa al Rifugio Kallergi con minor impegno fisico)
DIFFICOLTA’: ESCURSIONISTICA (ultimo tratto per esperti). TEMPI DI PERCORRENZA: circa 3 h e 30 salita. 2 h discesa. DISLIVELLI: + 950 M – 950 M. Pernottamento a Omalos in Hotel.
TERZO GIORNO
Trekking nella spettacolare Gole di Samària sino ad Agia Roumeli, sbocco delle famose gole, collegato al resto del mondo solo via mare o con sentieri. L’Hotel provvederà al trasporto dei nostri bagagli (via terra e via mare) fino ad Aghia Roumeli. Pernottamento ad Aghia Roumeli in Hotel.

DIFFICOLTA’: ESCURSIONISTICA. TEMPI DI PERCORRENZA: circa 6/7 h. DISLIVELLI: - 1200 M. Pernottamento in Hotel ad Agia Roumeli.
QUARTO GIORNO
GIORNATA DI RIPOSO. Pernottamento ad AGHIA ROUMELI in Hotel dove vi è una spiaggia ben attrezzata e la possibilità di fittare dei kayaks aperti (sit on top). Per chi vuole sarà possibile anche effettuare un breve trekking al tramonto.
QUINTO GIORNO
Lasceremo Aghia Roumeli per raggiungere Loutro.
Partendo praticamente dalla spiaggia si raggiunge la chiesetta bizantina di Aghios Pavlos attraverso una profumatissima pineta. Qui si impone una sosta sulla bellissima spiaggia e se il tempo lo consentirà un bagno ristoratore. Si prosegue costeggiando il mare lungo un percorso scoperto a mezza costa fino alla baia di Loutro.
DIFFICOLTA’: ESCURSIONISTICA. TEMPI DI PERCORRENZA: circa 6/7 h. DISLIVELLI: trascurabili. Pernottamento in Hotel a Loutro.
SESTO GIORNO
Trekking ad anello. Ci sposteremo da Loutro lungo costa per la spiaggia di Sweet Water che raggiungeremo con comodità dopo circa 1 h e mezzo di cammino. Qui è prevista una lunga sosta con il consumo della colazione al sacco. Poi nel pomeriggio trasferimento in taxi boat per Sfakia da dove con bus locale raggiungeremo il piccolo centro di Anopoli. Di qui saliremo verso Aghia Aekaterini e ridiscenderemo per lo spettacolare sentiero che tra rocce rosse particolarmente suggestive se baciate dal sole del tramonto, ci riporterà direttamente a Loutro. Pernottamento a Loutro in Hotel.

PRIMA PARTE: DIFFICOLTA’: TURISTICA-ESCURSIONISTICA. TEMPI DI PERCORRENZA: circa 1 h E 30’. DISLIVELLI: trascurabili.
SECONDA PARTE: DIFFICOLTA’: ESCURSIONISTICA. TEMPI DI PERCORRENZA: circa 2/3 ore. DISLIVELLI: + 120 – 750.
SETTIMO GIORNO
In mattinata con traghetto locale ci trasferiremo a Sfakia e per le ore 11 prenderemo il bus che ci porterà a Chania (ca.2.h di viaggio). Siamo nell’antico quartiere veneziano affacciato sul pittoresco porto. Chiese ortodosse, moschee, fortificazioni, mura e palazzi fanno subito capire che la storia da queste parti è lunga e varia, oltre che interessantissima. Numerosi negozietti e ristorantini si offrono per sfamarci. Poi, l’immancabile (per chi lo ama) shopping.
Sistemazione in Hotel sul lungomare. Cena libera.

OTTAVO GIORNO
In mattinata tempo libero per lo shopping e/o la visita dei vari musei cittadini (Museo Marittimo e Museo Archeologico). Poi nel primo pomeriggio ci trasferiamo in bus all’aeroporto (20min.) da dove in 2.15 h rientreremo in Italia

DESCRIZIONE DEI TREKS PROPOSTI
(gia’ testati con cartine menzionate alla mano)
ASCESA AL MONTE GIGILLOS
quota partenza (m): 1240
quota vetta (m): 2080
dislivello complessivo (m): 950
difficoltà: EE :: [scala difficolta] – per esperti (ultima parte facoltativa)
esposizione prevalente: Nord
località partenza: Xyloskalo, Omalos (Platanias, La Canea)
cartografia:
Anavasi 11.13, Samarià Soughia 1:25.000
ITINERARIO:. Il pulmino ci accompagnerà nel grande spiazzo antecedente al bar ristorante poco sopra l'entrata della gola di Samaria. Si segue per pochi passi la strada che conduce all'entrata della gola. Poco prima che la strada inizi a scendere si imbocca a dx il sentiero E4 (palina). Il tratto di percorso che da Omalos sale al colle del Gingilos infatti è parte del sentiero paneuropeo E4 (che dal Portogallo arriva a Cipro), marcato con segnavia giallo-neri. Da principio si sale in modo sostenuto zigzagando fra bassi cespugli, cedri e cipressi sino ad arrivare ad una zona con caratteristiche formazioni rocciose, tra cui un grande arco calcareo. Il sentiero perde qualche decina di metri di dislivello e raggiunge la sorgente di Linoseli, dove è possibile approvvigionarsi di acqua. Ma non fare affidamento su questa possibilità in quanto la sorgente non è sempre attiva (quota 1500 m.). Da questo punto si risale il fondo dei ghiaioni che scendono dalle pendici del monte Strifomadi e, con innumerevoli tornanti, si giunge sul conoide del Colle del Gingilos. La sella (quota 1700 circa) è l'entrata superiore delle gole di Tripitì e di Klados, entrambe selvagge e con sentieri difficili da percorrere. Qui si abbandona il sentiero E4 e si rimonta faticosamente alla propria sinistra il ripido versante Ovest del Gingilos, seguendo gli ometti e i segnavia gialli del percorso recentemente ritracciato dall'EOS (il CAI greco) della sezione di Chanià. Alcuni facili passaggi su roccia e il pozzo di una grotta profondo 150 m, ma opportunamente transennato (più evidente scendendo), costituiscono gli unici punti adrenalinici della salita. Arrivati all'ampia cima Sud (grande ometto), si apre la visuale sul massiccio dei Lefkà Ori, verso Est, in particolare sul prospiciente monte Volakias, e sulla costa Sud e il mare Libico. Si prosegue in direzione nord, attraversando dapprima una piccola depressione per poi spostarsi sul versante Sud-Est della montagna e da lì si risale sempre in direzione Nord alla vera cima, di qualche metro più elevata, caratterizzata da un grosso palo metallico con cassetta e libro di vetta. Dalla cima Nord panorama grandioso sull'altopiano di Omalòs e il mare di Creta. Sosteremo sulla cima per il consumo della colazione al sacco e magari meditando sulla importanza che questi luoghi hanno avuto come culla della civiltà europea. Discesa per la via di salita. Al colle sottostante non è infrequente ammirare il volo di aquile, grifoni e di una specie molto rara di avvoltoio, il Gypaetus barbatus.

LE GOLE DI SAMARIA’
quota partenza (m): 1240
quota di arrivo (m): 0
dislivello complessivo (m): 1240
difficoltà: E :: [scala difficolta] – il percorso offre numerosi punti di sosta con acqua potabile.
esposizione prevalente: Sud
località partenza: Xyloskalo, Omalos (Platanias, La Canea)
cartografia:
Anavasi 11.13, Samarià Soughia 1:25.000
ITINERARIO:
Sedici chilometri di sentiero tortuoso quasi tutto in discesa, ci portano attraverso un territorio di selvaggia bellezza fino al mare.
Ammirare esemplari di flora e fauna mediterranea introvabile altrove concedendosi anche brevi soste nei pressi delle numerose rovine, delle deliziose chiesette, delle imponenti caverne e di almeno una ventina di sorgenti, una delle quali fornisce l' acqua più fredda di tutta l' isola “accompagnati” da turisti provenienti da tutta europa sarà sicuramente una esperienza indimenticabile sotto tutti i punti di vista. A circa metà del percorso sarà possibile fermarsi per il consumo della colazione al sacco presso il villaggio abbandonato di Samària (benché sia un percorso molto conosciuto e frequentato non esistono bar e punti di ristoro). Nel villaggio abbandonato vi è però un presidio medico. La zona del PARCO è ricca di boschi di cipressi, lecci ed abeti, piante di mirto, timo, tè di montagna e rovo. Ma la pianta più tipica, pressoché introvabile altrove, è il dittamo(erodas) usata nell'antichità come medicinale contro il mal di stomaco, ma anche come unguento per curare le ferite delle frecce. Gli animali delle GOLE sono protetti e, se si è fortunati, si può scorgere l' aquila, ma il vero simbolo è la capra cretese (kri- kri) dotata di corna poderose (la presenza di capre sarà una costante per tutto il viaggio e sarà possibile vederle e scorgerle nei posti più impensabili).
L'attraversamento della Gola offre un'esperienza unica ed affascinante. L'escursionista si confronta con la natura e la bellezza selvaggia di un bel paesaggio senza intervento umano, un senso unico di stupore e di ammirazione per la grandezza infinita che si presenta intatta.
Il Parco Nazionale dei Monti Bianchi di Creta, conosciuto anche come la Gola di Samaria, fondata nel 1962 per la protezione e la conservazione del valore scientifico e culturale della regione è stato riconosciuto dal Consiglio d'Europa come uno dei più selvaggi, incontaminati e unici tra i parchi naturali del mondo!

DA AGIA ROUMELI A LOUTRO
quota partenza (m): o
quota di arrivo (m): 0
dislivello complessivo (m): + 490 - 432
difficoltà: E :: [scala difficolta] – il percorso offre numerosi punti di sosta con acqua potabile.
esposizione prevalente: Sud
località partenza: Agia Roumeli (Platanias, La Canea)
cartografia:
Anavasi 11.11, Samarià - Sfakìa 1:25.000
ITINERARIO:
Partenza dalla spiaggia di Agia Roumeli . Dopo un lungo tratto sulla sassosa ed in parte sabbiosa spiaggia si guadagna una pineta (profumatissima). La si costeggia per circa 1 h. fino ad arrivare al monastero di Aghios Pavlos. Qui vi è un piccolo bar con “pittoreschi” personaggi che ne curano la gestione. Il prezzario delle varie bibite e bevande proposte è dipinto sulla roccia ed è davvero divertente notare i “faticosi” aggiornamenti effettuati. Si prosegue poi salendo di ca 60 mt slm a mezza costa lungo un promontorio dal quale si ammirano in alto conformazioni rocciose dal tipico colore rossastro e, verso il basso numerose e ciottolose spiagge fino a Marmara, spiaggia sulla quale terminano le gole di Aradena e dove è prevista una sosta per il bagno.
Il percorso, qui scoperto e molto lungo senza la vista alcuna zona antropizzata , offre immagini suggestive della costa a volte “colorate” dalla vista in lontananza dei trekkers che lo percorrono. Il procedere in silenzio poi, evoca davvero suggestive emozioni interiori.
Nella parte finale del sentiero, facilmente si potranno osservare l’Aquila Reale e/o il Gipeto e/o il Grifone, poiché sul monte Viglja nidificano.
Da Marmara seguirá un cammino di 1h 15’ per arrivare a Loutro. Non esistono sorgenti lungo il percorso, tranne il bar/taverna ad Agios Pavlos, e un’altra taverna alla spiaggia di Marmara (e qui siamo già a 3h 30’ca di cammino dalla partenza da Aghia Roumeli). E’ possibile evitare questo ultimo tratto dalla spiaggia di Marmara per Loutro con un taxi-boat che generalmente parte per le ore 17.00.

DA LOUTRO A SFAKIA (MATTINATA)
quota partenza (m): o
quota di arrivo (m): 0
dislivello complessivo (m): trascurabile
difficoltà: T :: [scala difficolta] –
esposizione prevalente: Sud
località partenza: Loutro (Platanias, La Canea)
cartografia:
Anavasi 11.11, Samarià Soughia 1:25.000
Il percorso parte praticamente dal nostro hotel posto al centro del piccolo villaggio. Si sale per qualche centinaio di metri fino a raggiungere il bivio dal quale scenderemo nel tardo pomeriggio. Il percorso qui prosegue a mezza costa ricalcando come caratteristiche morfologiche del territorio quello fatto nell’ultima parte due giorni prima con la sola variante di avere più spiagge a “portata di mano”. Seguendo la costa si aggira un promontorio sul quale è posta una piccola chiesa bizantina (utilizzata dai pastori anche da ricovero per le capre) fino alla visione della spettacolare spiaggia di Sweet water. La spiaggia ha la particolarissima caratteristica di sorgenti che sgorgano praticamente in riva al mare o, addirittura, nel bel mezzo della spiaggia. Pochi alberi la contornano offrendo, dopo il bagno, piccole zone d’ombra davvero utili se il sole è molto caldo. Un piccolo ristorantino sulla spiaggia ci offrirà la possibilità di una bibita fresca o eventualmente di un sandwich.
E’ prevista una sosta “consistente” di almeno due ore prima che il taxi-boat ci prelevi per portarci nel porto di Sfakia. Per le ore 15 è previsto l’arrivo di un autobus locale che da Sfakia ci porterà ad Anopoli.

DA ANOPOLI A LOUTRO (TARDO POMERIGGIO)
quota partenza (m): 630
quota di arrivo (m): 0
dislivello complessivo (m): + 120 m (per raggiungere la fortezza di Aghia Aekaterini. – 750
difficoltà: E :: [scala difficolta] –
esposizione prevalente: Sud
località partenza: Loutro (Platanias, La Canea)
cartografia:
Anavasi 11.11, Samarià - Sfakìa 1:25.000

Dall’altopiano di Anopoli una comoda sterrata in poco più di 30’ ci condurrà alla fortezza di Aghia Aekaterini. Qui i panorami sono superbi, in particolare la vista sulla lontana isola di Gavdos. La discesa verso Loutro attraverso un sentiero con innumerevoli tornanti e panorami lungo costa è particolarmente piacevole se percorsa al tramonto con il sole che, battendo sulle rocce rosse, contribuirà ad offrirci la cornice di un suggestivo scenario da “mitologia greca”.
EQUIPAGGIAMENTO CONSIGLIATO
ESSENZIALIScarponi (indispensabili!!!!), giacca a vento (guscio), zainetto (da 30 lt.) per le escursioni giornaliere, maglione di pile, biancheria di ricambio, vestiti di ricambio, mantellina per la pioggia, borraccia (da 1 lt.), pantaloni lunghi e pantaloncini, bastoncini (da valutare per l’imbarco in aereo nel caso si abbia il solo bagaglio a mano), costume da bagno, asciugamano in microfibra, crema solare, sandali per il mare e scarpette per camminare sulle rocce, bandana multiuso, set di pulizia personale.
UTILI: Occhiali e cappellino per il sole, berretto e guanti (a Creta vi è una notevole escursione termica), coltellino multiuso, farmacia personale, lampada frontale, macchina fotografica, binocolo.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE EURO 750
La quota comprende:
1) TRATTAMENTO IN MEZZA PENSIONE IN CAMERE DOPPIE O TRIPLE PRESSO HOTEL LOCALI PER SETTE NOTTI (e’ esclusa la cena a Chania). Da valutare la possibilità di stanze singole con ovvie diverse valutazioni della quota di partecipazione.
2) ACCOMPAGNAMENTO GUIDA AIGAE PER TUTTO IL PERCORSO.
3) TRASFERIMENTO BUS LOCALE DA AEROPORTO DI CHANIA PER OMALOS
4) TRASPORTO BAGAGLI DA UN HOTEL ALL’ALTRO
5) IL TRASFERIMENTO IN TAXI-BOAT DA SWEET WATER A SFAKIA.
 
La quota non comprende:
1) IL COSTO DEL BIGLIETTO AEREO DA NAPOLI ( o Roma) PER CHANIA A/R (COSTO STIMATO DAI 150 AI 200 EURO). (sarà cura del partecipante la realizzazione di un bagaglio a mano entro le dimensioni stimate dalla RYANAIR di 55x40x20 cm ed il peso massimo di kg. 10 al fine di evitare il pagamento in aggiunta di circa euro 40)
2) il costo di eventuali colazioni al sacco. Sarà possibile nelle località attraversate acquistare presso piccoli market qualsiasi genere di alimento.
3) Il costo per i biglietti di entrata alle Gole di Samària (euro 5).

4) Il costo di eventuali biglietti di entrata in musei ed in qualsiasi altro luogo ove richiesto.

5) Il costo di eventuali taxi-boat, traghetti e bus locali previsti in programma o eventualmente acquistati per trasferimenti non previsti. (costo stimato dai 15 ai 25 euro).
Tutto quanto non menzionato nella quota comprende.
ANTICIPO: EURO 150. L’anticipo verrà versato al momento dell’acquisto del biglietto aereo
(PER PARTECIPARE OCCORRE ESSERE SOCI DEL ARCI OUTDOOR CAMPANIA)

INFO: LEO 340 6587806