TREKKING TOUR in CORSICA del NORD

(DAL 20 AL 27 GIUGNO 2019)

LA SCALA DI SANTA REGINA (IL SENTIERO DELLA TRANSUMANZA) - LA GRAND RANDONNEE' con i laghi alpini di Melo e Campiello - VISITA DI CORTE (antica capitale della Corsica)- - IL SENTIERO DEL POSTINO e la RISERVA MARINA DELLA SCANDOLA con il suo mare blu cobalto e le sue calde rocce rosse di granito - IL DESERTO DES AGRIATES con le sue favolose spiagge di sabbia bianca -

5 notti a LOZZI (Calacuccia) in Chalets autogestiti

(LE GUIDE PREPARERANNO COLAZIONI E CENE)

e 2 notti a CASTA in Relais (Saint Florent)

 

P R O G R A M M A     G I O R N A L I E R O

1° GIORNO
Partenza da Salerno alle ore 6 con i pulmini associativi per Piombino. Arrivo a Piombino ed imbarco per Bastia. Di qui proseguimento ed arrivo in tarda serata a Lozzi (sistemazione negli Chalets e cena autogestita con i prodotti locali portati dalla propria località di provenienza).

2° GIORNO
Colazione abbondante prima di trasferirci con i pulmini per la località di inizio del trekking lungo la VIA DELLA TRANSUMANZA - LA SCALA DI SANTA REGINA (ritorno diretto a piedi negli chalets)

Trek nell’incantevole valle del Niolu. Questa prima tappa a piedi si svolge lungo la vecchia  mulattiera della Scala di Santa Regina, in parte pavimentata e sostenuta da muretti a secco. Godrete di  panorami  mozzafiato sulla cascata di Falcunaghja, i ponti genovesi, la corona di Cinto e le limpide acque del Golu. 
DIFFICOLTA’: ESCURSIONISTICA. TEMPI DI PERCORRENZA: circa 5/6 h in salita. DISLIVELLI: + 700 M . Pernottamento negli chalets a Lozzi.

3° GIORNO
Ci trasferiremo con il pulmino a Corte. Proseguimento per la Valle della Restonica fino alla località Grottelle. Di qui inizio del trekking ai laghi alpini di Melo e Campiello. Al ritorno faremo una visita di Corte prima di fare ritorno in serata a Lozzi.
Trekking  spettacolare ai laghi di Melo e Campiello. DIFFICOLTA’: ESCURSIONISTICA. TEMPI DI PERCORRENZA: circa 6/7 h. DISLIVELLI: +/- 630 M. Pernottamento negli Chalets.

4° GIORNO
Con i pulmini ci trasferiremo in località Fér a Cheval da dove partiremo per il nostro trekking verso la Bergerie di Radule e le sue cascate. Faremo ritorno verso il Col de Vergiu da dove recuperemo i pulmini per fare ritorno agli Chalets.
Natura selvaggia ed incontaminata. DIFFICOLTA’: FACILE. TEMPI DI PERCORRENZA: circa 2,30 h. DISLIVELLI: trascurabili. Pernottamento in Chalets a Lozzi.

5° GIORNO
Giornata dedicata al rilassamento con probabile GITA A CAVALLO prima di affrontare la seconda parte del viaggio, nella zona marina con due magnifici treks lungo costa. Pernottamento negli Chalets a Lozzi.

6° GIORNO

Partendo in pulmino da Lozzi ci trasferiremo al Col de la Croix verso Porto. Di qui un facile trekking che ci porterà dapprima alla spiaggia di Tuara e poi al villaggio di pescatori di Girolata. Il trekking sarà poco impegnativo e nel giro di circa 2 ore arriveremo al villaggio di pescatori da dove con un traghetto locale raggiungeremo Galeria visitando la riserva marina della Scandola. A Galeria ci saranno i pulmini ad attenderci e di lì proseguiremo per Casta dove passeremo le ultime due notti del nostro meraviglioso trekking in Corsica.

Natura selvaggia ed incontaminata con una seconda parte della giornata dedicata alla visita della incredibile Riserva Marina di Scandola con il suo mare blu cobalto che risalta in maniera spiccata davanti alle rocce di granito rosso. DIFFICOLTA’: FACILE. TEMPI DI PERCORRENZA: circa 3,30 h. DISLIVELLI: - 450/+ 150. Pernottamento in Relais a Casta di Saint Florent .


7° GIORNO
Partendo con i fuoristrada direttamente dalla struttura ricettiva raggiungeremo l'inizio della costa per il trekking nel deserto des agriates. Raggiungeremo a piedi la spiaggia di Lodo e poi quella di Saleccia dalla quale faremo ritorno in jeep attraverso il deserto direttamente al Relais.

Natura selvaggia ed incontaminata lungo costa costellata da spiagge di sabbia bianca finissima. Mare cristallino e bagni a go go prima di arrivare alla spiaggia della Saleccia per il gran finale. DIFFICOLTA’: ESCURSIONISTICA. TEMPI DI PERCORRENZA: circa 4,30 h. DISLIVELLI: - 450/+ 150. Pernottamento in Relais a Casta di Saint Florent.


8° GIORNO
In mattinata con comodo ci trasferiremo a Bastia da dove prenderemo il traghetto per Livorno e di qui faremo ritorno a Salerno. Arrivo previsto dopo le ore 24.

DESCRIZIONE DEI TREKS PROPOSTI

LA SCALA DI SANTA REGINA (SENTIERO DELLA TRANSUMANZA)

quota partenza (m): Funtana Vignente m. 439
quota di arrivo: Calacuccia m. 841
dislivello complessivo (m): m. 600
difficoltà: E :: [scala difficolta]località partenza: Funtana Vignente
cartografia: 42050 OT Corte, Monte Cinto 1:25000

Trek nell’incantevole valle del Niolu. Questa prima tappa a piedi si svolge lungo la vecchia  mulattiera della Scala di Santa Regina, in parte pavimentata e sostenuta da muretti a secco. Godrete di  panorami  mozzafiato sulla cascata di Falcunaghja, i ponti genovesi, la corona di Cinto e le limpide acque del Golu.  -

LAC DI MELO E DI CAMPIELLO (GRAND RANDONNEE')

quota partenza (m): Val Restonica 1370
quota lago Di Campiello  (m): 1990
dislivello complessivo (m): 630
difficoltà: E :: [scala difficolta]località partenza: Berges du Grottelle
cartografia: 42451 OT Monte d’oro, Monte Rotondo 1:25000

ITINERARIO:  Dal parcheggio (1370m) seguire l’evidente sentiero (segni gialli) sul lato destro orografico del fiume per raggiungere le Bergeries de Mello (sosta con prodotti tipici e bevande). Qui troverete un bivio, ed entrambi i sentieri portano al lago. Quello di destra è leggermente più impegnativo ed affollato (con un tratto breve attrezzato), quello di sinistra è poco più lungo ma all’ombra. Scelta facile! Grazie al suo facile accesso, il Lago di Mello è il più frequentato della Corsica, ma le sue sponde sono dolci e c’è spazio per tutti.
Il nostro percorso continua verso destra su per il ripido canalone detritico per poi attraversare verso sinistra le placche di granito, raggiungendo in 45 minuti il Lago di Campiello, ghiacciato per otto mesi all’anno. Un breve bagno è sicuramente consigliato prima di affrontare il caldo ritorno per la via in salita. DISCESA: Ritornare lungo la via di salita.

LE CASCATE DI RADULE (GRAND RANDONNEE')

quota partenza (m): Fer a cheval m. 1396
quota di arrivo: Col de Vergiu m. 1467
dislivello complessivo (m): m. 150
difficoltà: E :: [scala difficolta]località partenza: Fer a Cheval
cartografia: 42050 OT Corte, Monte Cinto 1:25000

Piacevolissimo trekking quasi completamente in piano per raggiungere la Bergerie di Radule e le sue omonime cascate. Avremo un contatto con i tipici rifugi corsi (le Bergerie) improntati alla cultura dell'essenziale e del rapporto intimo con la natura. Dopo una sosta riprenderemo il sentiero nella parte alta che ci riporterà verso il Col de Vergiu da dove, recuperati i pulmini faremo ritorno agli chalets.

DAL COL DE LA CROIX A GIROLATA (SENTIERO MARE E MONTI)

quota partenza (m): 350
quota Girolata  (m): 0
dislivello complessivo (m): 0
difficoltà: Facile:: [scala difficolta]
località partenza: Bocca Croce (Col de la Croix)
cartografia: IGN 1450 OT

ITINERARIO:

Scendendo da Lozzi raggiungeremo Porto e prenderemo la D81 in direzione nord, verso Calvi e dopo circa 22 km si raggiunge il Col de la Croix, con ampio parcheggio e un piccolo punto di ristoro. Il sentiero che dal Col de la Croix conduce a Girolata è ben segnalato e dal colle scende lungo un pendio circondato dalla macchia mediterranea.
Dopo circa 45 minuti di cammino si raggiunge l'insenatura di Tuara, dove abbiamo fatto il primo gradito bagno della giornata. Magnifica e praticamente deserta. All'estermità settentrionale dell'insenatura, un sentiero a destra risale la collina attraverso il maquis. Dopo circa 20 minuti di camminata in salita, abbiamo raggiunto il bivio per il sentiero Mare e Monti Nord, indicato in arancione. A questo punto si comincia a scorgere lo splendido panorama su Girolata ed il suo golfo, dominato da un piccolo forte genovese. A sud ovest si trova Capo Senino e sull'altro lato, a nord est, la Punta Muchillina. Per scendere da qui a Girolata occorre circa mezz'ora. Arrivati al villaggio la spiaggia è deludente ma Girolata è graziosa e ci sono vari ristoranti e locali ideali per una sosta.
Da Girolata faremo ritorno con il battello a Galeria e, durante il percorso avremo modo di ammirare la Riserva Naturale di Scandola.

DA SAINT FLORENT ALLA SPIAGGIA DELLA SALECCIA (IL SENTIERO LUNGO COSTA DEL DESERTO DES AGRIATES)

quota partenza (m): 0 –
quota Spiaggia della Saleccia (m): 0
dislivello complessivo (m):
difficoltà: E :: [scala difficolta]
località partenza: Porto di St. Florent
cartografia:

ITINERARIO:  
Da Fornali camminiamo lungo costa su un agevole sentiero sempre affacciato sul mare, i tratti rocciosi e il terreno morbido ricoperto dalla macchia si alternano a spiagge bianche e piccoli stagni. Man mano che si avanza l’ambiente diventa sempre più selvaggio e si cominciano ad incontrare le mucche che pascolano libere brucando tra le piante di mirto e di elicriso. Raggiungiamo Punta Mortella con l’imponente rudere della torre Genovese voluta da Andrea Doria, costruita intorno al 1563, poi espugnata nel 1760 da Pascal Paoli. Proseguiamo verso il faro e poi saliamo al semaforo ormai dismesso, che però merita una visita sia per il panorama che per la particolarità della struttura. Continuiamo a camminare immersi nella macchia per poi raggiungere il promontorio di Punta Cavallata da cui si può ammirare tutto il lato ovest di CapiCorsu e le favolose spiaggia di Loto. È questo uno dei tratti più incantevoli e affascinanti dell’intera Corsica, con le spiagge bianchissime e profonde che si perdono all’interno in grandi estensioni di Pancrazio marittimo, eringio e Salicornia. Il nostro cammino prosegue affacciato su di un mare turchino dalle incredibili trasparenze, la scogliera è ricca di anfratti e ombreggiata da tanti pini d’Aleppo e da grandi ginepri. Arriviamo alla famosa grande spiaggia di Saleccia, dove si possono ammirare alcune delle dune marine più belle d’Europa che conservano l’ormai rarissimo sparto, che qui cresce vigoroso.

EQUIPAGGIAMENTO CONSIGLIATO

ESSENZIALE: Scarponi (indispensabili!!!!), giacca a vento (guscio), zainetto (da 30 lt.) per le escursioni giornaliere, maglione di pile, biancheria di ricambio, vestiti di ricambio, mantellina per la pioggia, borraccia (da 1 lt.), pantaloni lunghi e pantaloncini, bastoncini (importantissimi !!!!!), costume da bagno (sono previsti bagni sia in lago, sotto le cascate de radule che in mare tra le bellissime spiagge di tuara, lodo, saleccia..), asciugamano in microfibra, crema solare, sandali per il mare e scarpette per camminare sulle rocce, bandana multiuso, set di pulizia personale.

UTILE: Occhiali e cappellino per il sole, berretto e guanti, coltellino multiuso, farmacia personale, macchina fotografica, binocolo.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE EURO 790
La quota comprende:

1) PERNOTTO IN CHALETS A LOZZI per 5 notti con colazioni e cene preparate dalle guide- 2 notti in Relais a Casta con prima colazione (sono escluse le due ultime cene che saranno libere a S.FLORENT)
2) ACCOMPAGNAMENTO GUIDA AIGAE PER TUTTO IL PERCORSO.
3) TUTTI I TRASFERIMENTI IN PULMINO E  RELATIVO TRASPORTO BAGAGLI DAL MOMENTO DELL'IMBARCO A PIOMBINO.

La quota non comprende:

1) Colazioni a sacco nei luoghi del pernotto. In tutte le località dove sosteremo (Lozzi e Casta di St. Florent) sarà possibile trovare luoghi dove poter acquistare cibo per le colazioni al sacco. Le due cene libere a Saint Florent
2) IL COSTO DEL BIGLIETTO per il trasferimento in traghetto da Piombino per Bastia e da Bastia per Livorno (CIRCA 100 EURO SE PRENOTATO PER TEMPO)
3) Assicurazione personale di viaggio (DA RICHIEDERE)
4) Il costo di eventuali biglietti di entrata in musei.
5) Il costo di eventuali taxi-boat, gite in barca, eventuali  bus locali previsti in programma o eventualmente acquistati per trasferimenti non previsti. SONO PREVISTE: (GITA IN BARCA RISERVA MARINA SCANDOLA EURO 30) - TRASFERIMENTO IN JEEP NEL DESERTO DES AGRIATES (EURO 20)
Tutto quanto non menzionato nella quota comprende.

ANTICIPO: EURO 290. L’anticipo dovrà essere versato contestualmente al raggiungimento del numero minimo di 6 partecipanti. Il NUMERO MASSIMO DI PARTECIPANTI CON I DUE PULMINI E' DI 16 PERSONE.