NEL BOSCO DI CORLETO

Partendo dal Casone dell'Aresta, sede dell'Osservatorio astronomico e posto su fantastici pianori carsici a circa 1100 metri di altezza ci incammineremo per lussureggianti faggete alla volta del Rifugio della Corcomone posto già in territorio del Comune di Corleto Monforte. La faggeta, un tempo raggiunta giornaliermente da carbonai che qui lavoravano con i cd. "catuozzi" è oggi popolata da branchi di cinghiali, lepri, volpi qualche lupo. Dopo circa 2 ore di cammino raggiungeremo un bivio all'altezza dell'Orto di Santuzzo dal quale risaliremo leggermente per i piani dove è posto IL Rifugio della Corcomone. Poco sopra il rifugio vi è una sorgente di acqua freschissima perenne. Il pianoro ha alcuni tavoli dove si potrà comodamente sostare e consumare la colazione al sacco. Si ridiscenderà dunque tra i boschi di acero e cerro verso il Piano di Cappello fino a raggiungere i primi caseggiati dove i pastori tuttora producono un ottimo formaggio di capra. I boschi di cerro come quelli di faggio costituiscono tuttora una risorsa notevole per gli abitanti del luogo. Corleto è un piccolo paese posto nel cuore del parco Nazionale del Cilento ove sarà possibile visitare prima di fare ritorno a Salerno, un Museo Naturalistico che raccoglie imbalsamate, numerose specie di animali che popolavano e tuttora popolano il bosco.

SCHEDA TECNICA

Localita'
di partenza
CASONE ARESTA (comune di PETINA)
Localita'
di arrivo
CORLETO MONFORTE
Caratteristiche
Ambientali
Radure d'altura con ampi e verdi pascoli. Agrifoglio, Aceri, Faggete e Cerrete molto ampie con esemplari molto imponenti. Visiteremo il museo naturalistico di Corleto.
Difficolta'
"E" Escursionistica
Dislivelli
+ 50 m↑- 450 m
Sviluppo
14 km andata;
Tempi di
percorrenza
6/7 ore circa comprese le soste per fotografare e colazione al sacco
Periodi
consigliati
TUTTO L'ANNO tranne nei periodi troppo caldi o con neve (da sperimentare una eventuale ciaspolata)